Shoot 1UP

Cioè, oh, ma che cover è mai questa per uno shooter a scorrimento? Cioè, oh, una tizia con le tette d’acciaio e un laser che… bella veramente, sì sì. E bello pure questo Shoot 1UP, ve l’assicuro. Se fate un giro sulla sezione Indie Games di Xbox Live lo trovate al prezzo di soli 80 Microsoft Points.

Sviluppato dal team Mommy’s Best Games (nome che deve avere per forza una relazione con la tizia della cover, ne sono sicuro), il gioco si presenta come un classico esponente del genere: il nostro compito è quello di comandare una nave spaziale attraverso 6 stage traboccanti di nemici di ogni genere. La particolarità del titolo risiede nel gameplay, il quale non si basa semplicemente sul comandare una singola navicella ma, raccogliendo gli appositi potenziamenti 1UP, potremo clonarla fino ad averne 30 nello stesso momento. Eggià.
Vi chiederete ora come diavolo sia possibile gestire trenta navette: queste vengono generate tutte vicine, e starà a noi decidere quando ‘espandere’ la formazione per disporre di maggiore forza di fuoco. Abbiamo spazio sufficiente? Allora è questo il momento giusto: basterà la pressione di RT per far si che tutte le navi si aprano a formare un cerchio, permettendoci di sparare ad ampio raggio. E se il moltiplicatore avrà raggiunto un buon punteggio, dal centro del cerchio partirà anche il micidiale Plasma Auger, un laser che ci assicurerà rapide uccisioni e vagonate di punti. Più ne accumuleremo e prima ci assicureremo l’aggiornamento costante del laser principale, che potrà così sparare verso tutte le direzioni (avanti, indietro, destra e sinistra). In più, bloccando il fuoco per alcuni secondi, le navi saranno avvolte da uno scudo, che alla pressione del tasto A si attiverà per un secondo circa: si tratta di un sistema utile in varie occasioni, visto che potrà neutralizzare istantaneamente sia i nemici che i colpi avversari nelle vicinanze, permettendoci di salvare la pelle in situazioni scomode.

In ogni momento potremo ‘ritirare’ la formazione premendo LT: in questo modo le navi si riuniranno tutte vicine, permettendoci così di zigzagare agilmente tra i colpi dei nemici (e giocando alle difficoltà più alte diventa praticamente necessario). Perdere un alleato è molto facile (basta venire colpiti una volta), ma finché rimarremo con almeno una nave, potremo continuare la nostra missione suicida senza temere il game over. In ogni caso è sempre meglio essere in tanti, dunque ricordiamoci che premendo X possiamo anche rallentare e migliorare ogni manovra evasiva. Altra particolarità: nel gioco mancano i classici potenziamenti tipici degli shooter, ma sarà disponibile solo un bonus che, raccolto, genererà dei fantasmi delle nostre navicelle, i quali compieranno le azioni in maniera speculare alle nostre.

In ogni stage dovremo affrontare numerose tipologie di nemici (e sotto questo punto di vista va detto che il team si è impegnato per offrire una buona varietà), fino a raggiungere il boss. Si tratta per la maggior parte di livelli a scorrimento verticale, ma più volte ci sarà chiesto di scegliere quale strada percorrere, mutando in alcuni casi la direzione di marcia o portandoci a combattere in una sorta di modalità ‘a tutto campo’. Niente di eccessivo, ma va apprezzato il tentativo di spezzare la linearità, mai in modo troppo invadente. Oltre alla classica modalità arcade, il titolo ne include una seconda chiamata ‘Score Trek’. La particolarità qui è che, man mano che procederemo con gli stage, la difficoltà e la velocità di gioco aumenteranno. Se completeremo un livello rimanendo con una sola nave, poi, il sistema salverà sia la partita che il grado di difficoltà raggiunto, evitandoci così di dover ricominciare tutto dall’inizio in caso di morte.

Altro elemento che potrebbe incentivarvi ad aprire il portafogli è la possibilità di giocare in cooperativa con un amico, anche se solo in locale. Basterà connettere un secondo controller e in qualsiasi momento (anche a partita già iniziata) potremo sfogare con il nostro fido compare tutta la collera accumulata in una settimana non-stop di Università. La modalità funziona decisamente bene, e il titolo riesce a gestire senza nessun problema fino a 60 navi nello stesso momento.

La durata media del gioco è abbastanza bassa, per questo gli sviluppatori hanno pensato di inserire un sistema interno di achievement, che vi invita a sbloccarne 17. Allora, siete curiosi di incontrare la tizia della cover (cioè, oh, c’ha le tette d’acciaio)? Fateci un pensierino, che a quel prezzo è un acquisto davvero consigliato.

Sito ufficiale di Shoot 1UP

Leggi i 3 commenti a questo articolo