Spry Fox e 6Waves: questa volta si va in tribunale

spry-fox_6wavesRecentemente vi avevamo resi partecipi delle vicende di plagio che avevano coinvolto NimbleBit e Zynga. In quel caso, lo scontro era stato prettamente mediatico, e il team indie non aveva agito legalmente per andare contro il colosso del mobile gaming. La storia però cambia un po’ se parliamo di Spry Fox, team indipendente che si è visto plagiare senza alcun ritegno il proprio Triple Town, gioco Facebook che rapidamente era riuscito ad entrare nelle grazie di tantissimi casual gamers.

L’autore del plagio è 6Waves Lolapps, un’altra azienda ‘big’ del casual gaming che rilasciando Yeti Town ha mandato su tutte le furie David Edery e Daniel Cook, i due sviluppatori indipendenti a capo di Spry Fox: questa volta si va in tribunale, perchè Yeti Town sembra davvero essere una copia 1:1 di Triple Town. Sul blog del team indie, oltre che essere reso pubblico il documento di accusa nei confronti di 6Waves, vengono pubblicati alcuni estratti di diverse recensioni:

  • Gamezebo: “Sfortunatamente per Yeti Town, l’unica differenza sostanziale con Triple Town sta nella piattaforma su cui gira. Si tratta dello stesso gioco, solo che in questo caso c’è la neve.”
  • InsideSocialGames: “Yeti Town è una copia pressocchè identica a Triple Town di Spry Fox.”
  • Games.com: “Sostituite alberelli con cespugli, tende con case e yeti con orsi. Cosa ottenete? Qualcosa che somiglia tantissimo a Triple Town di Spry Fox.”

Non è tardata ad arrivare la risposta di 6Waves, che in un comunicato dichiara:

“Lolapps è dispiaciuta del fatto che David Edery abbia deciso di avviare una causa penale, e ritiene che le sue accuse siano di fatto inaccurate. Noi rispettiamo gli altri IP e non abbiamo fatto nulla per violare alcun contratto. L’accusa di violazione di copyright è infondata.”

La cosa più grave è che, sempre secondo quanto dichiarato da Spry Fox, 6Waves era in riservata trattativa (sotto NDA) proprio con il team, per pubblicare Triple Town. Avrebbero quindi avuto acceso a tantissimi documenti contenenti informazioni sul concept ed il design di Triple Town, facilitandone enormemente il processo di plagio. Ad un giorno dall’uscita di Yeti Town, il Direttore Esecutivo di 6Waves avrebbe mandato un messaggio su Facebook agli sviluppatori, dicendo che l’accordo di collaborazione era crollato.

In buona sostanza c’è molto di marcio in questa faccenda, ed ancora una volta si aprono le porte a scontri tra sviluppatori che, invece di elaborare propri concept di gioco, si limitano a fare uno spudorato copia-incolla di altri prodotti.

Leggi i 5 commenti a questo articolo