Arrivederci da Indie Vault

Grazie per un'avventura lunga otto anni. Ora è tempo di guardare ai prossimi progetti :)

 

Dopo otto anni, IndieVault.it chiude.

Ecco, l’ho fatto. L’ho scritto. Volevo fare degli articolati giri di parole o scrivere un bel cappello introduttivo, ma la verità è che è arrivato il momento di chiudere questo importante capitolo senza temporeggiare oltre. È evidente come nei mesi passati abbiamo trascurato la community, ormai sommersi dal lavoro quotidiano, ma come avrete di sicuro intuito ci sono stati enormi cambiamenti negli ultimi otto anni. Noi siamo cambiati.

In otto anni ne abbiamo però viste tante: abbiamo organizzato raduni e game jam in tutta Italia, abbiamo permesso ad appassionati di incontrarsi, fare networking, scambiarsi idee e conoscenze; abbiamo visto nascere nella community delle fantastiche collaborazioni, ispirato la creazione di progetti fighissimi. Soprattutto, abbiamo stretto amicizie e seguito le storie di tante persone, nel bene e nel male: qualcuno è scivolato e ha imparato dai propri errori; qualcuno si è fatto coraggio e si è trasferito all’estero; qualcuno è rimasto in Italia e sviluppa videogiochi per lavoro; qualcuno ha appena cominciato e qualcuno ha deciso di darci un taglio.

Abbiamo provato in più occasioni a dare a IndieVault una scarica di defibrillatore, rinnovando diverse volte il blog e il forum. Tuttavia la necessità e la sostenibilità di un sito come questo vengono messe in discussione ogni giorno di più. Da un lato, piccoli giochi come Little Briar Rose, Super Cat Tales e Red Rope ricevono visibilità anche (finalmente) dai siti più grandi, e io stesso, sulle pagine di Multiplayer.it, ho la possibilità di far conoscere giochi piccoli ma meritevoli a un pubblico ben più ampio. Dall’altro, le discussioni della community di sviluppatori (anche quelle più tecniche e articolate) si stanno spostando ormai sempre di più sulle pagine più immediate (per quanto più effimere) dei social network, per buona pace dei cari vecchi forum che lasciano il posto a innumerevoli gruppi privati su Facebook.

Nel salutare la community ne approfitto per ringraziare tutti quegli utenti più affezionati che nel corso degli anni hanno voluto dimostrare il loro supporto attraverso delle piccole donazioni, permettendo di alleggerire i costi del sito e delle diverse iniziative. Grazie di cuore a tutti quelli che hanno fatto parte di questa avventura, in bocca al lupo coi vostri lavori e speriamo di incrociarci presto per nuovi e fantastici progetti. A tal proposito, continuerò a scrivere e parlare di videogiochi qua e là, quindi per qualsiasi cosa non esitate a contattarmi su Twitter.

Alla prossima,
V.

P.S. Il forum resterà accessibile fino a febbraio così da dare il tempo a chi lo volesse di salvare discussioni e tutorial interessanti, di scambiare contatti o semplicemente di lasciare un saluto alla community.

Giornalista freelance e geek a tempo pieno. Editor di Multiplayer.it. Paga l'affitto di casa scrivendo di videogiochi, ma la famiglia è convinta sia solo una copertura, e che in realtà venda CD masterizzati.
6 Commenti a questo post:

Rispondi

*

*

  • Edoardo Ullo
    30 dicembre 2016 at 18:11

    Vincenzo, spero tu stia parlando “solo” del forum ma non del sito. La stampa italiana di settore ha bisogno di un punto di riferimento indie come quello da te ideato, creato e sostenuto. So bene che ci vuole molto per mantenere e sostenere un sito del genere, soprattutto se provvisto di forum. Ma ti invito a non lasciare il sito capace sempre di scoprire chicche e portarle alla ribalta prima di molti siti “grandi” o che non trattano gli indie con la tua maestria.
    Un abbraccio
    Edoardo

  • GBolt
    30 dicembre 2016 at 22:45

    \o Salute.

  • albo
    30 dicembre 2016 at 23:54

    Mai scritto nulla fino ad adesso,
    letto un botto di cose.

    Quindi il saluto non poteva essere silenzioso, è stato bello 🙂

  • TopWEB
    13 gennaio 2017 at 15:51

    Grazie di tutto!!!

  • friskon
    14 gennaio 2017 at 20:57

    Spero che cambiate idea, mi rattrista vedere una community che davvero adoro sparire.
    Spero in un vostro ripensamento!
    Saluti
    Antonio Crovetti

  • The MasTer
    12 marzo 2017 at 15:01

    Pessima idea.
    Dico davvero.
    Sono a capo di una delle community più grandi dedicate ad un boardgame e l’idea di chiudere un Forum così interessante e ricco solo perché molte discussioni si spostano sui Social è a mio parere davvero eccessiva, Vincezo.

    Pensaci bene.