Memoir En Code: frammenti di Camilleri

Il videogioco autobiografico dell'italiano Alex Camilleri è su Steam Greenlight.
Memoir En Code

Realizzare un’autobiografia è un’operazione che richiede una certa dose di coraggio, quale che sia lo strumento utilizzato; questo è forse ancor più vero nel caso dei videogiochi, in cui l’autore toglie dalle proprie mani parte del controllo che ha sull’opera per affidarlo a quella figura mutevole e sconosciuta che è il giocatore. Non sono molti i designer che hanno sviluppato videogiochi autobiografici, ma negli ultimi anni abbiamo avuto modo di provare alcune esperienze interessanti. Tra queste c’è Dys4ia, una serie di piccole sequenze in stile WarioWare dove Anna Anthropy racconta il periodo in cui ha intrapreso una terapia ormonale sostitutiva. Il gioco viene spesso citato come ispirazione da molti altri autori; è il caso, ad esempio, di Nina Freeman, che ha fatto delle proprie esperienze personali il fulcro del suo lavoro di designer, pubblicando videogiochi come How do you do it?, Ladylike e il recentissimo Cibele. Ancora, pochi giorni fa è uscito That Dragon, Cancer, la storia triste e potente della battaglia di un bambino e la sua famiglia contro il cancro.

La maggior parte degli sviluppatori, nel parlare di sé, si focalizza su un periodo specifico della propria vita, cercandone di sviscerare ogni aspetto per rendere chiaro al giocatore il proprio punto di vista. Il designer italiano Alex Camilleri ha scelto di andare controcorrente e ha realizzato per la sua tesi di laurea un “album” di momenti che vanno dall’infanzia fino ad ora, scegliendo alcune tra quelle che ritiene le sue esperienze più importanti. Il risultato di questo esperimento si chiama Memoir En Code ed è un piacevolissimo distillato di vita vissuta che potrà apparire forse più criptico e difficile da afferrare dei giochi sopra citati; ma ogni giocatore, scorrendo in fretta tra questi ricordi, sfiorandone appena la superficie, troverà qualcosa in cui riconoscersi, che si tratti di un addio alla stazione, di una casa chiassosa o di una favola della buonanotte. Il gioco, già disponibile su Humble Store e itch.io, è ora su Steam Greenlight.

3D artist e game developer con la passione per la scrittura e per quei giochi piccoli e sperimentali di cui nessuno ha mai sentito parlare.
Nessun commento

Rispondi

*

*